Banda Comunale "G. Verdi" Sinnai

Statuto Scuola Civica

L’istituzione della Scuola Civica di Musica di Sinnai, intitolata a “Giuseppe Verdi”, risale all’anno 1998 ad iniziativa dei Comuni di Sinnai, Settimo San Pietro e Maracalagonis, come documentato dalle deliberazioni dei rispettivi Consigli Comunali n. 15 del 25 marzo, n. 23 del 2 aprile e n. 24 del 30 marzo dello stesso anno.
Il suo avvio fu reso possibile dalla disponibilità dell’Associazione Musicale – Banda Comunale “G.Verdi” che contribuì con la propria organizzazione e con le proprie risorse umane e strumentali alla realizzazione dell’iniziativa e dal 1999 ne cura l’organizzazione in affidamento dal Comune di Sinnai.
Nasceva per rispondere alla pressante esigenza di istruzione musicale manifestata dai cittadini e dalle loro spontanee organizzazioni musicali, prevalentemente a carattere bandistico, da sempre presenti nel panorama locale, anche per cogliere le nuove opportunità derivanti dall’entrata in vigore della L.R. 15 ottobre 1997 n. 28.
Dalla sua istituzione e fino ad oggi, anche a seguito della partecipazione del Comune di Dolianova avvenuta nel 2007, la Scuola Civica di Musica “Giuseppe Verdi” è progressivamente cresciuta diventando un solido ed insostituibile punto di riferimento per la formazione musicale e per la promozione culturale del territorio, come dimostrato dalla crescente capacità di attrarre nuovi allievi provenienti non solo dai comuni aderenti ma anche dell’intero ambito dell’area vasta cagliaritana e dall’importanza delle manifestazioni culturali promosse o partecipate. Questo risultato si è concretizzato grazie all’alto livello del servizio offerto e ad una “vision” ispirata e densa della passione e dell’amore per la musica di quanti operano per o nella Scuola, dagli allievi ai docenti ed ai responsabili delle Amministrazioni Comunali coinvolte.
Oggi la Scuola Civica di Musica “Giuseppe Verdi” di Sinnai rappresenta una realtà di eccellenza nel campo dell’istruzione musicale nel panorama regionale, in grado di far conseguire ai suoi allievi affermazioni e riconoscimenti in vari concorsi e rassegne musicali di valenza nazionale ed internazionale.
Alla luce dell’evoluzione del contesto normativo di riferimento e della specifica realtà culturale locale, di cui la Scuola Civica di Musica “Giuseppe Verdi” rappresenta una risorsa strategica in crescita, si rende necessario ridefinire obiettivi e principi di gestione della struttura attraverso la stesura del presente Statuto e del relativo Regolamento Generale.

Art.1) – Configurazione giuridica

  1. La Scuola Civica Musicale, intitolata a “Giuseppe Verdi”, è una struttura culturale permanente di istruzione musicale, senza finalità di lucro, aperta alla partecipazione e al servizio della comunità dei Comuni di Sinnai, Settimo San Pietro, Maracalagonis e Dolianova, ai comuni che vorranno successivamente aderire e ad eventuali collaborazioni interistituzionali con Istituzioni scolastiche pubbliche.
  2. Per volontà delle Amministrazioni aderenti, l’istruzione musicale, come scaturente dalle attività prevalenti e collaterali della Scuola Civica di Musica, è qualificata servizio pubblico locale privo di rilevanza economica secondo la vigente normativa comunitaria, nazionale e regionale.
  3. La Scuola ha sede nel Comune di Sinnai, che provvede a fornire locali idonei per lo svolgimento delle attività da essa promosse.

Art.2) – Partecipazione

  1. Il Comune di Sinnai, quale promotore e fondatore, è deputato a svolgere le funzioni di Comune Capofila ed Ente Titolare.
  2. I Comuni interessati alla gestione associata del predetto servizio pubblico locale possono aderire stipulando apposita convenzione, ai sensi dell’art. 30 del Testo Unico Enti Locali (T.U.E.L.) approvato con D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267 e successive modifiche ed integrazioni.
  3. La convenzione tra i Comuni stabilisce, oltre le finalità previste dal presente Statuto, la durata, le forme di consultazione degli Enti contraenti, i loro rapporti finanziari e reciproci obblighi e garanzie.

Art.3) – Finalità

  1. La Scuola ha lo scopo di diffondere, nelle Comunità locali, l’istruzione musicale quale elemento essenziale per la crescita culturale, sociale ed intellettuale dei giovani e per il rafforzamento delle esperienze condotte dalle Associazioni operanti nel territorio. In particolare la Scuola avrà lo scopo di:
    1. diffondere, integrando l’offerta formativa delle altre Istituzioni scolastiche presenti nel territorio, la cultura musicale;
    2. offrire un insegnamento musicale idoneo al conseguimento di una preparazione modulata su diversi livelli, utile all’inserimento nei gruppi musicali e corali operanti nel territorio o che dovessero formarsi, e capace altresì di favorire la prosecuzione degli studi, nei livelli superiori, anche presso i Conservatori musicali o Istituti parificati;
    3. prevenire e contrastare situazioni di disagio ed emarginazione e di favorire processi di integrazione;
    4. offrire ai propri allievi e al corpo docente la partecipazione a corsi di aggiornamento, a concorsi di esecuzione e/o scambi culturali in Italia e all’Estero;
    5. rafforzare e qualificare ulteriormente i gruppi musicali e corali espressi dalle Associazioni locali;
    6. promuovere ed organizzare manifestazioni musicali, spettacoli, convegni, seminari e stages formativi.
  2. La scuola si propone l’obiettivo di offrire un servizio stabile, programmato sulla base della domanda di istruzione musicale proveniente particolarmente dal mondo giovanile e dall’associazionismo culturale, idoneo a garantire percorsi formativi sistematici e qualificati con il metodo del rigore didattico.
  3. I servizi della Scuola sono prioritariamente rivolti alle persone residenti nei Comuni associati ed agli alunni delle scuole pubbliche aderenti ad iniziative di collaborazione interistituzionale. La scuola opera nell’ambito degli indirizzi programmatici definiti dagli organi istituzionali di detti Enti.

Art.4) – Ammissione alla Scuola

  1. Le modalità di ammissione e di dimissione degli allievi, nonché le modalità di funzionamento dei servizi scolastici sono stabilite nel regolamento generale della Scuola approvato dagli organi istituzionali dei Comuni associati.

Art.5) – Mezzi finanziari e patrimoniali

  1. La Scuola viene dotata di mezzi e personale idonei per il proprio funzionamento, nonché di arredi e strumenti didattici e musicali, destinandovi le seguenti risorse:
    1. i finanziamenti della Regione Autonoma della Sardegna ai Comuni ai sensi della L.R. 15.10.1997 n. 28;
    2. le quote di partecipazione dei Comuni associati, anche nella forma di contributo alle famiglie sulle spese sostenute per l’accesso ai corsi e per la frequenza;
    3. eventuali altri contributi e partecipazioni di Enti pubblici o privati, a sostegno dell’attività della Scuola o per servizi resi dalla stessa;
    4. le quote di iscrizione e di frequenza versate dagli allievi.
  2. Il Comune di Sinnai è proprietario del patrimonio messo a disposizione della Scuola, consistente in tutti i beni mobili inventariabili che sono ed entreranno a far parte della dotazione strumentale della medesima.
  3. Il Regolamento Generale della Scuola può prevedere, limitatamente a brevi periodi di tempo e disciplinandola adeguatamente, la concessione in comodato d’uso di strumenti musicali o altro materiale alle Associazioni che li richiedessero per lo svolgimento di iniziative di particolare valore sociale e culturale.
Torna in alto